Pure Color Liquid Envy – Estèe Lauder

Buongiorno ragazze! Oggi sono qui per parlarvi dei nuovi rossetti liquidi di Estèe Lauder, i Pure Color Liquid Envy, proposti in due finish: opachi e metallici.

Vi anticipo subito che sono fantastici. Hanno un’altissima pigmentazione e al loro interno contengono acido ialuronico incapsulato, dal rilascio graduale. Il colore è netto dopo una sola passata, si asciugano praticamente subito e sembra di non averli addosso per quanto sono confortevoli.
Per quanto riguarda la formula metallica è stata studiata una formula impregnata di particelle perlacee che riflettono la luce da ogni angolazione.

Allora, al loro interno ci sono 7 ml di prodotto e il loro prezzo è di 28 euro. Sono disponibili in 12 tonalità e in due finish come vi ho detto prima.

Le tonalità:
Mat; Naked Ambition, Juiced Up, Controversial, Quiet Riot, Burnt Raisin e Strage Bloom

Metallic: Gold Dipped, Lacquer Lover, Chroma Copper, Neon Fuse, Screm Sexy e Liquid Tulip.

Io ne ho acquistati quattro: tre opachi e uno metallico.

110 Chroma Copper (metal)
– 304 Quiet Riot (mat)
– 401 Burnt Raisin (mat)
– 403 Strange Bloom (mat)

I rossetti liquidi oltre ad avere un buon profumo fruttato, hanno una pigmentazione estrema. L’asciugatura richiede circa un minuto e il colore si fissa subito. Non è totalmente no-transfer, ma dura a lungo.
La texture è estremamente sottile e credetemi quando vi dico che non si sente assolutamente sulla pelle. Una volta asciugato, il finish diventa opaco o metallizzato a seconda del rossetto che avete scelto. L’applicatore è morbidissimo, con un taglio in diagonale che permette una stesura ottima.

Ma andiamo a vedere gli swatch sulle labbra e le mie personali opinioni a riguardo.
Partiamo con i rossetti liquid opachi: Quiet Riot, Burnt Raisin e Strange Bloom.

304- Quiet Riot

Non ho trovato le descrizioni ufficiali dei colori di Estèe Lauder, quindi ve li descriverò a seconda di come si comportano sulle mie labbra. Quiet Riot è un rosso scuro, con una punta di marrone, Vogliamo chiamarlo bordeaux? E’ sicuramente un colore audace e mi piace moltissimo.
E’ molto scuro, e quindi consiglio di applicarlo se sugli occhi avete un trucco leggero, al fine di risaltare le labbra. Non lo metterei con un trucco occhi importante, perché poi il risultato finale rischia di diventare un po’ troppo “too much”.
In ogni caso, lo adoro. Nonostante sia un colore scuro – e si sa, i colori scuri sono difficili da stendere- questo, come tutti i rossetti della linea si stendono con estrema facilità, grazie all’applicatore morbido e setoso.

401- Burnt Raisin

Bello. Fa parte della categoria dei nude, ma lo trovo diverso da quelli che ho visto in commercio fino ad oggi. E’ un nude con una punta leggerissima di lilla. Possiamo definirlo color malva? Si, direi di si. Lo trovo stupendo.

403- Strange Bloom

Anche lui fa parte della categoria dei nude ed è quello che più aveva attirato la mia attenzione.
Il mio occhio ci ha visto bene, perché è in assoluto il mio preferito e per me, la colorazione più bella dell’intera linea. E’ un nude scuro, che ravviva le labbra, dandogli un tocco naturale e facendole apparire sane, belle, polpose e vive.
Stupendo sia indossato di giorno, che indossato di sera. Ve lo stra-consiglio, provatelo in profumeria e resistere alla tentazione di comprarlo sarà pressoché impossibile.

Questo è lo swatch su mano che ho fatto da Sephora.

110- Chroma Copper

(foto in arrivo, l ho messo solo una volta e mi sono scordata di fotografarlo…. è bellissimo)

Non sono una fan dei rossetti dal finish metallizzato, infatti questo rossetto l’ho acquistato in un secondo luogo rispetto ai tre opachi di cui vi ho parlato prima.
Dopo aver testato gli altri, mi sono letteralmente innamorata di questo prodotto e del modo in cui si comportava sulle mie labbra. Mi sono quindi decisa ad acquistarne un altro.
Ed ecco che la mia scelta è ricaduta su Chroma Copper. Già dall’esterno il colore che si vede è pazzesco. Le perlescenze di fanno notare già dall’espositore in negozio. Ma è dopo averlo swatchato sulla mano che me ne sono letteralmente innamorata.
Ed ecco che a casa l’ho provato sulle labbra e ho detto: “WOW”. L’unica differenza rispetto agli opachi è che ha una texture meno confortevole, infatti sembra quasi di applicare un golss e la bocca risulta appiccicaticcia. Non è tra i miei finish preferiti ma sicuramente il colore si.

Leave A Reply

* All fields are required