Velour Liquid Lipstick – Jeffree Star

Ad agosto ho fatto un po’ di acquisti beauty e tra le cose che ho comprato ci sono loro, i  Velour Liquid Lipstick di Jeffree Star.

Questo brand non è venduto direttamente in Italia ma è reperibile nel nostro paese grazie a siti come Beauty Bay, Beautylish e Maquillalia.

Vedendo sul web tante recensioni positive mi è venuta voglia di provarli e così ho acquistato dal sito beutybay.com tre nuance dei tantissimi colori presenti in gamma. Il loro prezzo sul sito è di 18.o0 € e attualmente sono in offerta a 14.40 €. Io ho speso 11,10 € in più per la spedizione International Express che arriva in 3-4 giorni lavorativi.

Tante ragazze li hanno acquistati dal sito Beautylish il quale aggiunge le spese di dogana al momento dell’acquisto evitando che i prodotti vengano fermati successivamente. Ho provato anche il sito spagnolo e devo dire che sono velocissimi.

Le colorazioni di questi rossetti sono molte e vanno dai classici nude ai colori più vivaci e particolari ed è quindi molto facile trovare il rossetto più adatto alle proprie esigenze, anche perché sono presenti finish diversi. Vediamo insieme di seguito i colori della collezione, quali ho scelto e cosa ne penso.

  • Abused è un blu profondo
  • Androgyny un nude scuro che sembra molto bello
  • Anna Nicole è uno dei tre colori che ho scelto ed rosso molto aranciato e brillante adatto a chi vuole osare. Credo sia uno dei rossi aranciati più belli che io abbia mai visto ed è così acceso che è difficile passare inosservate con un rossetto del genere. 
    Ecco Anna Nicole all’opera mentre tenta di dare un tocco di vita alla mia faccia stravolta dalla pioggia e dal raffreddore. Vi chiedo scusa nel caso vi sia preso un colpo.
  • Blow Pony è un lilla brillante che non mi attira per nulla.
  • Breakfast at Tiffany il nome dice tutto
  • Celebrity Skin
  • Cream House è uno dei rossetti metallizzati di questa collezione e mi ricorda subito Barbie. 
  • Deceased
  • Dirty Money ricorda molto il colore dei dollari.
  • Doll parts è il classico rosa Barbie
  • Domatrix
  • Flamethrower si contendeva il tuffo nel carrello con Anna Nicole ma siccome sembra fin troppo arancione ho optato per l’altro.
  • Gemini 
  • I’m nude
  • I’m Royalty un viola brillante
  • Jawbreaker azzurro chiaro e acceso
  • Leo 
  • Mannequin
  • Masochist è il secondo colore che ho scelto, un rosa indiano profondo ma brillante e per nulla banale. 
    Adoro Masochist perché è una tonalità perfetta per le more e da luce al viso, è audace ma non pacchiano.
  • No Tea, No Shade è il terzo colore che ho messo nel carrello. Si tratta di un viola scuro metallizzato e luminoso dai riflessi rosati e nonostante il suo finish risulta più discreto rispetto agli altri due.
    A una prima occhiata ricorda molto Hell Yeah! dei Liquid Love di Clio Make Up ma in realtà No Tea No Shade risulta più scuro e meno brillante.  
    Eccomi qui pronta per il concerto dei Danko Jones con No Tea, No Shade e cigliozze finte.
  • Posh Spice è chiaramente ispirato a Victoria Beckham negli anni 90.
  • Prom night un fucsia abbagliante
  • Pussy Wipped un nude dorato che mi ispira molto ma con il quale credo starei malissimo. 
  • Queen Supreme un fucsia freddo 
  • Rich Blood un rosso metallizzato dai riflessi rosati
  • Rose Matter un rosa caldo raffinato
  • Scorpio un viola freddo che mi ispira moltissimo
  • Unicorn blood un rosso scuro che sembra bellissimo
  • Werido nero

Questi erano tutti i colori della gamma permanente, riconoscibile dal tappo rosa, alla quale si aggiungono le edizioni limitate. Sui siti citati sopra potete trovare la limited edition estiva Chrome Summer con il tappo argentato, quella ispirata al Natale, la Holiday 2016 Collection con il tappo rosso, la collezione estiva 2016 con il tappo giallo e le colorazioni realizzate in collaborazione con Manny Mua dal tappo nero. Sembra però che alcune limited edition non abbiano la stessa qualità della collezione permanente.

I colori che ho scelto mi piacciono molto e sono tutti pigmentati già alla prima passata, infatti per avere una stesura omogenea basta la quantità di prodotto che c’è sull’applicatore e non c’è bisogno di immergerlo diverse volte. Una volta asciutti sono no transfer e non sbavano. Hanno resistito senza problemi alla colazione con cappuccino e brioches ma non al pranzo a base di hamburger. Come è normale a contatto con l’olio presente nelle salse hanno avuto qualche cedimento e mi è capitato di finire il pasto con solo l’arco di cupido ancora colorato. L’odore non mi piace per niente, ricorda la plastica ma per fortuna si sente solo quando si applica il prodotto.
Il comfort sulle labbra è medio: una volta indossati li dimentico ma non riesco ad usarli troppi giorni di seguito perché poi inizio a notare delle pellicine.
Su youtube ho visto che venivano utilizzati anche come eyeliner e mi piacerebbe provare a fare la stessa cosa soprattutto con No Tea No Shade.

Ogni rossetto è 100% vegan e cruelty free, contiene 5,6 ml di prodotto e ha una durata di 12 mesi dall’apertura.
Le tonalità e il finish sono le cose che preferisco di questi rossetti e credo che prima o poi comprerò altre colorazioni di questa linea, soprattutto se si riveleranno ideali anche come eyeliner.

Leave A Reply

* All fields are required